Altre News

Grid List

A quasi cinquant’anni dall’unica esposizione che Luino dedicò a Bernardino Luini (1481-1532), nel 1975, intitolata “Sacro e profano nella pittura di Bernardino Luini”, il Civico Museo “Parisi Valle” di Maccagno con Pino e Veddasca (Va) torna a celebrarne il mito, ripercorrendone i legami con il territorio di origine.

“Aspettavamo da tempo di poter presentare una personale di Gino Moro nel nostro Civico Museo. Ora, finalmente, questa opportunità si è concretizzata e siamo soddisfatti di riproporre scorci e panorami che ci sono familiari”.

Nell’ambito del progetto “Veddasca Sound - La musica che sale”, realizzato con il patrocinio del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca (Va) e con contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto all’interno del bando “Meraviglie del Territorio 2022”, prosegue per il sesto anno la rassegna estiva di musica classica dell'Associazione MusicArte di Luvinate (Va).

C’è una bellissima chiesa a Milano, in piazza San Fedele, tra Palazzo Marino e la Galleria Vittorio Emanuele, proprio nel cuore della città. Davanti ad essa, sorge la statua di uno dei maggiori scrittori e poeti della storia della letteratura italiana, Alessandro Manzoni. 

Sono stati ultimati i lavori di sistemazione del parco del Municipio di Maccagno, che ha voluto dotarsi di giochi “inclusivi”, cioè accessibili anche a bambini disabili. 

Un omaggio al patrimonio artistico e religioso e alle incredibili vicende di quella che era a tutti gli effetti una vera e propria officina di monete, la Zecca Imperiale, a  400 anni dalla sua fondazione.

Che ci sia uno stretto e misterioso legame tra il più celebre dipinto di Leonardo da Vinci e la Val Veddasca, è ormai noto a tutti. Una storia che è diventata un vero e proprio giallo, ancora irrisolto, che conserva nel tempo ancora tanti interrogativi e ipotesi che attendono una risposta. 

Il 5 novembre 2016 l’Amministrazione Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha inaugurato una nuova piazza a Graglio, all’incrocio tra via Vittorio Veneto e via Rocchinotti Giovanni. 

Come forse sapranno tutti coloro che conoscono la Val Veddasca, in questo piccolo angolo di paradiso ci sono numerose chiese e campanili meravigliosi. Oggi vogliamo parlarvi di un gioiello che si trova a Lozzo: un quadrante solare situato sulla facciata sud della Canonica della Chiesa Parrocchiale dell’Assunta, in piazza 4 Novembre.

I residenti di Pino e delle frazioni della Val Veddasca potranno usufruire, a partire dal mese di maggio 2020, di un servizio che l’Amministrazione Comunale ha pensato per facilitare quanti sono impossibilitati a recarsi al Pronto Soccorso di Luino per effettuare prelievi del sangue.

E’ ormai diventato uno degli argomenti più discussi in questi ultimi tempi quello lanciato dal Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, circa l’urgenza di realizzare la strada Piero-Lozzo per mettere in comunicazione la Valveddasca con la Valdumentina.

Bernardo Sartorio potrà finalmente riposare nel suo paese natale, Graglio, piccola frazione del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca. Una storia commovente, la sua, come quella di tutti coloro che pagarono con la propria vita il prezzo troppo alto di ogni guerra.


Nato il 10 ottobre 1912, fu richiamato e arruolato nel 20° Reggimento Alpini Sciatori Battaglione Intra durante il secondo conflitto mondiale. Costretto a lasciare la sua famiglia (la moglie e le due figlie), morì di stenti e fatica il 19 dicembre del 1944, prigioniero dei Tedeschi a Baumholder. Qui fu sepolto, per poi essere riesumato e traslato a Francoforte sul Meno, nel Cimitero Militare Italiano d’Onore.


Dobbiamo fare un piccolo passo indietro per capire come si è potuti ad arrivare a riportare in patria i cari resti di Bernardo Sartorio. Roberto Zamboni, ricercatore veronese, aveva aiutato tante famiglie a ritrovare i propri defunti morti dopo l’8 settembre 1943. Grazie ad un articolo apparso nella rubrica “I protagonisti” (sulla “Prealpina”), il 29 gennaio 2016, la famiglia, il Sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera, e il gruppo degli Alpini, si sono attivati immediatamente per conoscere l’esatta posizione in cui era stato sepolto Bernardo e per svolgere tutte le procedure burocratiche che avrebbero permesso il ritorno a casa.
Insieme con Sartorio, nei cimiteri della Germania e della Polonia, si trovavano 130 caduti varesini.


Quella di Bernardo è, se così si può dire, una storia a lieto fine. Immensa la gioia dei famigliari e di tutta la Comunità, che si preparano ad accoglierlo.


Sabato 28 ottobre 2017, alle 10.30, nella Chiesa dei Santi Gervaso e Protaso a Graglio, si svolgerà il funerale di questo grande uomo, che finalmente troverà la pace e la serenità nel grande abbraccio della sua famiglia, degli amici e, semplicemente, di tutti coloro che hanno conosciuto la sua vicenda e che gli devono riconoscenza e stima, come a ogni soldato che ha perso il bene più prezioso per difendere la Pace e la Libertà.

Quarantatrè edizioni! Un numero importante quello dell'apprezzatissima e seguita rassegna “Antichi Organi Patrimonio d’Europa”, fondata da Mario Manzin, con la preziosa direzione artistica di Irene De Ruvo.

(CG) Grazie ad una convenzione stipulata tra il Comune e l’Areu (l’Azienda regionale emergenza urgenza), a Maccagno con Pino e Veddasca sono stati posizionati, dal 2017, sette defibrillatori. In questo lasso di tempo sono stati organizzati incontri per far conoscere al maggior numero di persone come servirsene in caso di necessità.

“Concerti senza fili” è il titolo dello spettacolo che Flavio Pirini, cantautore e comico, terrà il 26 luglio al Campo Sportivo di Pino Lago Maggiore alle ore 21.

A partire da lunedì 8 aprile 2019 fino a venerdì 10 maggio 2019, nella fascia oraria dalle 8.00 alle 17.30 (esclusi i giorni festivi e prefestivi) verrà istituito un senso unico alternato su tutte le corsie - tramite movieri - sulla SS 394 del Verbano Orientale tra i km. 50+200 e 50+516.

Lo scorso 31 gennaio 2018 la Giunta Comunale di Maccagno con Pino e Veddasca ha incaricato il Funzionario Responsabile del Patrimonio, geometra Danilo Bevilacqua, a pubblicare un avviso per raccogliere eventuali manifestazioni di interesse finalizzate all’apertura di un bar a Pino.

Da martedì 17 gennaio, il Municipio di Pino ha un nuovo Consultore.

Si tratta di Andrea Luca Muraro, classe 1992, entrato in sostituzione di Mattia Molteni, trasferitosi all’estero per lavoro.

I Municipi, Organi introdottio nello Statuto comunale a seguito della Fusione del 2014, prevedono che i Consultori devono essere in un numero tra sei e dodici.

Il nuovo arrivato si va così ad aggiungere a Ivana Turco, Paolo Pedroni, Aldo Tronconi, Luciano Parigi e Mary Ricciardi.

Prosindaco del Municipio é Mauro Fiorini, ultimo sindaco dell’allora Comune di Pino sulla sponda del Lago Maggiore.

Quando si parla di teatro per bambini a Maccagno con Pino e Veddasca, il primo nome che viene in mente è quello della più amata rassegna, “Bim Bum Bam” e del suo padrino, Martin Stigol, di Progetto Zattera Aps.

Dopo la retrospettiva dedicata all’architetto Maurizio Sacripanti con la mostra “La mia balena” che ha svelato - attraverso disegni inediti - le diverse fasi di progettazione e realizzazione del Museo, dal 1981 al 1998 (anno in cui fu inaugurato), l’Amministrazione comunale, insieme con il curatore del “Parisi Valle” Federico Crimi, continua ad occuparsi del ponte sul fiume Giona. 

Anche per questo anno scolastico 2022-2023 è suonata la campanella di chiusura. Alcuni studenti sono ancora alle prese con gli esami finali. In attesa dei risultati, che permetteranno loro di iscriversi per essere premiati o semplicemente menzionati nell’ambito dei Riconoscimenti al merito istituiti dall’Amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca nel Piano per il Diritto allo Studio e riservati ai residenti nel Comune, ecco di seguito i requisiti per accedere alle selezioni.

C’è un compleanno che sta particolarmente a cuore ad ogni ragazzo e ragazza: il diciottesimo. E’ come una porta, da sempre chiusa, che improvvisamente si spalanca su un mondo apparentemente proibito e sconosciuto. Si diventa maggiorenni, appunto: questo significa potersi firmare le giustificazioni a scuola, prendere la patente, votare, acquistare alcolici e sigarette e tante altre cose che, sulla carta e non solo, sono precluse ai minori.

Come ogni anno, l’Amministrazione comunale di Maccagno con Pino e Veddasca celebra il 25 aprile, il 78° anniversario della Liberazione dell’Italia dal Nazifascismo.

Un’opera pubblica che ha diviso in due fazioni i cittadini di Maccagno: il Civico Museo “Parisi Valle” vuole celebrare il 25° anniversario dall'inaugurazione, il 16 maggio 1998, con un omaggio al suo creatore, l'architetto Maurizio Sacripanti, dal cui disegno, elaborato tra il 1977 e il 1980, prese forma il sogno di gettare un ponte per l'arte sospeso sopra il fiume Giona, in dialogo con le rive del lago Maggiore.

newsletter

 

Sei interessato a ricevere la newsletters con le novità, gli eventi e le iniziative che si svolgono nel Comune di Maccagno con Pino e Veddasca? Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione